C’è un pensiero che mi assilla in questi giorni…

tornadoForse la maggior parte di voi è a conoscenza di cosa è accaduto qui, a Tempo di Vivere:

a giugno di quest’anno (Antonio, uno dei fondatori e mio compagno, è andato via da TdV) e poi ancora…
l’11 luglio (una tromba d’aria si è abbattuta sulle strutture, scoperchiando il tetto della stalla e rendendo pericolante e inagibile la sala corsi e tutta l’area circostante, i 2/3 del luogo in cui viviamo e facciamo attività) e poi ancora…
il 6 agosto (una bomba d’acqua accompagnata da vento a 50/60 km orari nuovamente su di noi, il secondo giorno del campo della Via del Cerchio, con Manitonquat, al quale erano presenti quasi 100 persone: strutture ricostruite a fatica dopo la tromba d’aria, distrutte in pochissimi minuti, tende allagate e danni ingenti ovunque)…
oggi, da vittime di quanto è accaduto, ci ritroviamo attaccati e nelle condizioni di doverci difendere…

Grandi scossoni per la nostra comunità!

Sono stati momenti veramente difficili, destabilizzanti, molte delle nostre certezze messe in discussione, precarietà e impossibilità, senso di incomprensione e di ingiustizia, senso di colpa e paura, responsabilità nostre e altrui, autocritica e critica.

Di fronte all’emergenza, alla contingenza, tutto cambia: cambiano le prospettive e i modi di guardare a cosa accade, fuori e dentro noi stessi.

Facile dire, durante i corsi:

“il potere è dentro di te, non permettere a ciò che accade lì fuori, di gestire la tua vita, nulla può e deve cambiare i tuo sentire, il tuo ben-essere"

Già, vero, ma ora ci siamo in mezzo; tristezza, paura e sconforto ci attanagliano. Un marasma di sensazioni ed emozioni si alternano dentro di noi, è come se vivessimo in un limbo. E io, e noi, oggi, dove siamo, come ci sentiamo? Un momento prima, caos, un attimo dopo, lucidità e tranquillità.

C'è un pensiero che mi torna spesso in mente in questi giorni:

Quanto coerente sono/siamo in ciò che passiamo nei nostri corsi?

crocevia scelte opportunitaNel corso base di Scollocamento Solidale, nei miei corsi, in generale, parlo spesso del crocevia delle scelte: se ritieni di non avere scelte sei finito, se hai una sola scelta sei in prigione, se ne hai due sei di fronte ad un dilemma, se ne hai tre o più, sei libero.
Parlo anche spesso dell’Amare il proprio dolore

Beh, posso dire che mi sento veramente congruente e autentica, se sono in grado, oggi, in mezzo a tutto questo, di comprendere e accettare tutto ciò che provo, paura e rabbia, senso di impotenza e di ingiustizia e ciò che accade, senza criticarmi o giudicarmi, se sono in grado di guardare all’accaduto cercandone il senso (nulla avviene a caso) e accoglierlo come parte della mia esperienza e come nuovo insegnamento, continuando ad avere fede, fiducia e amore nella vita, se, guardando le cose a cui ho (abbiamo) dedicato la vita, calpestate o distrutte in un solo attimo, sono in grado di piegarmi e rialzarmi, anche se a fatica, scegliere e agire, se ho fiducia in me, sufficiente autocontrollo, coraggio e tenacia, amore e capacità di continuare a credere nei miei sogni, pur non facendomi dominare da essi, se continuo a dare valore a ogni singolo istante che vivo…

allora SI, so di essere in grado di aiutarti, di accompagnarti nel tuo cammino di cambiamento.

Nel cammino, nel viaggio, nella nostra ricerca, troveremo il vero valore, il senso e il significato.

Quando hai fatto, per l’ultima volta, qualcosa per la prima volta?

Quale strada hai percorso?

La Via Nota, La Via che ti Affascina, La Via dei Sogni, La Via più Saggia o… La Via Sconosciuta

Vai verso o via da… ?

Sei andato via da qualcosa, hai detto NO a qualcosa?

Sei andato verso qualcosa, hai detto SI a qualcosa?

Quello che vuoi cambiare fuori è lo specchio di come sei dentro.

Sei felice?

Di fronte a questa domanda spesso, rispondiamo che siamo dubbiosi sul futuro incerto, sulla crisi e che non possiamo, che non abbiamo opportunità, che abbiamo dei doveri o delle responsabilità, che siamo stati traditi in passato, che abbiamo sofferto e quindi non è facile cambiare, alcuni poi, sono convinti che… la felicità non esista…

Se a questa domanda hai subito pronta una scusa, un problema o una difficoltà… potresti chiederti:

Posso cambiare questa cosa?

Molto probabilmente si!

Non sei Felice? Se vuoi esserlo, allora puoi imparare a cambiare qualcosa nella tua vita, nelle tue abitudini giornaliere e la mente va a cercare le soluzioni nella giusta direzione per permetterti di sentirti felice.

Quindi la felicità è una tua scelta e non un fattore dipendente dall’esterno.

macchina dei desideri la felicitaTendiamo a pensare che la felicità sia il risultato di diversi ingredienti mescolati assieme come quelli di una torta, quali un buon lavoro, una bella famiglia, dei buoni amici ecc. Il principale nemico della felicità è la macchina dei desideri. Un meccanismo perverso che mostra tre caratteristiche.

E’ sempre attiva (tendiamo a desiderare sempre qualcosa).

Si tratta di qualcosa che non abbiamo (se l’avessimo non potremmo desiderarla).

Quando finalmente otteniamo ciò che fino a quel momento desideravamo, smettiamo di desideralo, per iniziare a desiderare un’altra cosa.

Alcune cose sono importanti ma non corrispondono, in questa equazione ideale, alla felicità, che è uguale solo a se stessa. Se cadiamo nel tranello della ricetta della felicità, questa finisce per diventare la ricetta dell’infelicità!

Se davvero le cose stessero in questo modo allora.. tutti coloro che non riescono a realizzare queste condizioni dovrebbero essere condannati all’infelicità, così come tutti coloro che riescono a realizzare dovrebbero essere felici, il che non si verifica o almeno non in questo modo meccanicistico.

L’essere felici non è una prerogativa di persone mistiche o baciate dalla fortuna, ma una competenza che si acquisisce esattamente come per le tante altre cose che sai fare.

Puoi essere più felice se ti alleni ad esserlo…

Se non ti interessa riempirti di informazioni ma vuoi prendere in mano la tua vita, decidere ed agire al più presto

Se vuoi:

  • Avere un rapporto personale con coloro che lo stanno facendo e l’hanno già fatto, non solo, con trainer esperti per poter parlare di te, confrontarti sui tuoi progetti e realizzare i tuoi sogni
  • Agire e ottenere risultati
  • Smettere di farti bloccare dalle paure e sostituirle col coraggio.
  • Acquisire sicurezza nelle relazioni Uscire dallo Stress. Il modo migliore per essere in-felice e quello di vivere sotto stress.
  • Credere in Te Stesso/a.
  • Capire cosa puoi fare con quello che hai per avere energia per realizzare molto di più.
  • Riscoprire Sogni e realizzare Desideri.
  • Riconoscere Emozioni e Bisogni
  • Imparare i Segreti della Felicità.
  • Avere più tempo per Te ed i tuoi cari. Il tempo, tutti ne abbiamo la stessa quantità, sta a noi decidere di sfruttarlo al meglio

Lo Scollocamento Solidale è un treno su cui vale la pena salire.

Ma attenzione, questo treno sta partendo senza di te a bordo!

Pensa in grande, pensa a breve e a lungo termine, agisci in fretta, agisci con intensità e passione!

Il coraggio di osare può vincere la paura di cambiare!


Joomla SEF URLs by Artio