mancanzaditempo1Oramai nessuno ha più tempo per nulla. Neppure di meravigliarsi, inorridirsi, commuoversi, innamorarsi, stare con se stessi. Le scuse per non fermarci a chiedere se questo correre ci rende felici sono migliaia, e se non ci sono, siamo bravissimi a inventarle.

Un altro giro di giostra – T.Terzani

Mai come negli ultimi tempi mi è capitato di sentire la parola “oramai” pronunciata così spesso e ho iniziato a porvi un’attenzione particolare; forse proprio perché, a oltre 60 anni, ho cambiato completamente la mia vita (cambiamento iniziato 5 anni fa), ho scelto di viverla in modo diverso, nuovo, entusiasmante e… libero, sentire quell’oramai pronunciato con rassegnazione.. “ormai per me è troppo tardi”.. mi fa male!

Leggi tutto: Oramai

wakeupandliveViviamo in un mondo in cui possiamo essere soddisfatti di tutto e sentirci appagati di ciò che abbiamo. Eppure e sempre più difficile che ciò capiti davvero.

Tutti sperimentiamo giornalmente questo senso di frustrazione che può essere più o meno intenso. Possiamo sentirci arrabbiati, delusi, insoddisfatti, oppressi nei casi più estremi. Possiamo disinteressarci a tutto questo, certo, “tirare avanti il carro” si usa dire, e continuare ad essere sordi alle nostre richieste più profonde.

Leggi tutto: Cambiare significa mettersi in discussione

Nella vita abbiamo cambiato praticamente tutto…


Abbiamo cambiato scuola… tante scuole
Abbiamo cambiato strada…
Cambiato casa, dal piccolo paese siamo passati alla grande città
E poi siamo tornati indietro.
Abbiamo cambiato nazione…
Cambiato anche le cose più semplici…
come i denti e i calzini
Abbiamo cambiato taglio… e anche taglia
Abbiamo cambiato opinione
Cambiato abitudini… anche quelle cattive
Cambiato modo di muoverci… di viaggiare
Cambiato il modo di comunicare… e di sentirci vicini
Perché cambiare è il modo migliore per crescere
Vale per tutti
Anche per noi

Il Cambiamento siamo noi!

Leggi tutto: Il cambiamento siamo noi

Credere che ciò in cui si crede sia credibile.

Le nostre convinzioni possono essere utili o dannose.

elefanteUn giorno lo psichiatra di servizio in un centro d'igiene mentale scorge un cliente che, senza un'apparente ragione, di tanto in tanto batte le mani. Incuriosito, gli si avvicina e gli domanda il motivo di tale comportamento. Il cliente risponde che era per tenere lontani gli elefanti. Quando lo psichiatra gli fa morbidamente notare che non c'è alcun elefante in giro, il cliente ribatte: «Hai visto che funziona!».

Leggi tutto: Il potere delle convinzioni

Porsi la domanda sbagliata per ottenere la risposta sbagliata.


uovo o gallina«È nato prima l'uovo o la gallina?»

Si tratta di un perfetto esempio di domanda-tranello, nel senso che non si può trovare alcuna risposta definitiva.
Se rispondiamo «l'uovo» si potrebbe obiettare «ma chi lo ha fatto?»,
se rispondiamo «la gallina» verrebbe da chiedersi «ma da cosa è nata?».
Ognuna delle due possibili risposte è sia giusta sia sbagliata.
Si tratta di una trappola.

Leggi tutto: L'arte della domanda